Milano

Milano

Milano

Milano

Milano

Milano

Milano, a circa 110 km. A Milano vi accoglierà la bellissima Piazza del Duomo, piena di vita, di gente, di musica e centro della economica e culturale della città. Davanti a voi si staglia la meravigliosa Chiesa di Santa Maria Nascente, più conosciuta con il nome d di Milano, situata nell'omonima piazza, e simbolo della città. La Madonnina (tutta d’oro), dalla sommità guglie più alte, protegge e benedice gli abitanti di questa città. La galleria Vittorio Emanuele II che collega Piazza della Scala e Piazza del Duomo è un passaggio co con strutture di ferro e vetro a vista, ricco di affreschi. Questa galleria all’interno è ricca di caffè, di risto famosi per la squisitezza delle loro portate. Seguendo questa galleria si arriva al famosissimo Teatro d Scala, del settecento, dagli interni stupefacenti. Altro monumento simbolo di Milano è il Castello Sforzesco, originariamente concepito come struttura esclusivamente militare, che fu poi ridisegnato come elegante corte per i signori della città.

 

Imponente immenso, è circondato da un parco meraviglioso. Il castello, molto interessante da visitare, con la sua magnifica fontana dagli zampilli altissimi vi dà un benvenuto in questa città ricca di storia . Più ad est si trovano la basilica di sant’ Ambrogio, considerata la seconda chiesa più importante della e la rinomata Santa Maria delle Grazie con il Cenacolo Leonardesco, dichiarato patrimonio dell'Umani dell'UNESCO. Altro sito di notevole interesse artistico è il Cimitero Monumentale, che ospita le tombe dei cittadini mil più illustri. Alcune tombe sono dei veri e propri capolavori artistici. ( come la tomba di Alessandro Man La città inoltre è ricca di musei e gallerie d'arte; il più famoso è certamente la pinacoteca di Brera che assieme al museo Poldi Pozzoli e alla pinacoteca Ambrosiana costituisce la rete delle più importanti g d'arte milanesi. Abbiamo la Triennale di Milano che è sede di esposizioni di arte moderna. A Milano vi sono inoltre anche tantissimi musei di carattere tecnico-scientifico e decine di musei minori, uno dei quali sito del Castello Sforzesco.

TORINO ED I SUOI PRINCIPALI MONUMENTI a circa 100 km

Uno dei più rinomati monumenti è la Mole Antonelliana. E’sede del Museo Nazionale del Cinema. Pro da Alessandro Antonelli é di estrema importanza sia sotto il profilo dell'originalità strutturale (altezza 1 quanto sotto quello della funzionalità. Un ascensore panoramico consente di accedere alla guglia in ogni periodo dell'anno. Molto interessante per chi ama la storia è Piazza Castello, centro e cuore della città. Questa piazza è contornata dai monumenti più importanti di Torino. Come Palazzo Madama, il castello medievale ricav dalle vecchie porte romane e ristrutturato con l'aggiunta di un’ imponente facciata settecentesca . La grandiosa facciata che dà su Via Garibaldi è di epoca settecentesca e fu sede del Senato Italiano. Ad sede del Museo di Arte Antica. Da questa Piazza si diramano Via Roma, Via Pietro Micca, Via Po e la pedonale Via Garibaldi (una d lunghe d'Europa). Continuando a camminare per Torino troviamo il Palazzo Reale, il Teatro Regio, il Palazzo della Giun Regionale, della Prefettura, l' Armeria e la Biblioteca Reale (contenente opere di Leonardo da Vinci). Meravigliose nel loro insieme sono le Porte Palatine, Porte della Città romana Augusta Taurinorum e p della fortezza medioevale, il Palatium da cui derivano il loro nome. Si affacciano sulla Piazza del Duom trovano proprio accanto al mercato di Porta Palazzo ed al Museo di Antichità. Accanto a Piazza Caste proprio vicino alle Porte Palatine troviamo il Duomo di San Giovanni e la Cappella della Santa Sindone. Di origine rinascimentale e dedicato a Sa Giovanni Battista ha una cappella con cupola barocca dove è conservata la teca d' argento che contie Sacra Sindone, la preziosa reliquia che si ritiene essere il lenzuolo che avvolse il corpo di Cristo.

Originale creazione del Guarini che ne disegnò l'imponente e movimentata facciata barocca ed il mae atrio è il magnifico Palazzo Carignano. Si sono svolti qui importanti avvenimenti della Storia Italiana e Piemontese, fu sede provvisoria del Parlamento Italiano. Il Palazzo accoglie il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano. Meravigliosa ed assolutamente da vedere la Reggia di Venaria, più conosciuta come “Venaria Reale” Amedeo Castellamonte. Una stupenda architettura che unisce il fascino del passato alle vestigia di un che ancora vive e respira nelle sue mura. E’ una delle maggiori residenze sabaude in Piemonte, probabilmente la più grande per dimensioni. Al borgo si unirono molte case e palazzi di lavoratori e normali cittadini che vollero abitare nei dintorni d Reggia, fino a far diventare Venaria Reale un comune autonomo della provincia di Torino. Fu il duca Vittorio Emanuele II che ebbe l’iniziativa di edificare una sede stabile per la pratica venatori celebrare attraverso la ritualità della caccia la “Magnificenza del Duca”. Nel 1716 il cantiere fu affidato a Filippo Juvarra. Egli operò su alcuni elementi nodali dell'impianto: la collocazione a sud est delle zone di servizio alla caccia, l'edificazione della cappella regia e la ricomposizio formale della corte unica in affaccio al borgo. Benedetto Alfieri fu incaricato, dopo la morte dello Juvarra, di proseguire i lavori alla reggia. Di recente riportate alla luce le fondamenta del Tempio di Diana, una splendida architettura castellamont che un tempo sorgeva al termine del parco della Reggia e che le fonti celebrative dell'epoca definivano co annoverarsi fra la meraviglie dell'arte". In questo tempietto spesso si recavano i cortigiani, per trovare ripo quiete o per consumare amori furtivi. Di grande interesse la visita al Museo Egizio, uno dei più importanti del genere in Europa, che contiene re dell’antica civiltà egiziana, quali sarcofagi, mummie, vasi, armi, papiri.

A solo 60 km di distanza dall’ Agriturismo la città di Genova.

Affacciata sul Mar Ligure, la sua storia è legata alla marineria e al commercio. Ricordiamo inoltre che natali a Cristoforo Colombo e che il suo porto è il più importante d'Italia. Genova è il sesto comune italiano per popolazione, terzo polo industriale italiano, terzo comune del N per popolazione, è nel triangolo industriale Milano-Torino-Genova del nord-ovest d'Italia. Tra le prime metropolitane italiane, conta circa 750.000 abitanti. E'il cuore dell'area metropolitana della Liguria cen Molto caratteristico è il suo Faro noto come la Lanterna, situato a fianco del porto antico, illuminato di simbolo della città Genova è una città molto verde che unisce antico e moderno, antiche mura e vestigia e moderni palaz Parchi di rara bellezza e conservati con estrema cura, sono tutti da visitare. Abbiamo il parco delle Mu ed i Parchi di Nervi, per esempio: un complesso verde di prezioso gusto, in un ambiente naturale di eccellenza, formato dall’unione di tre ville storiche collegate tra di loro dai loro parchi. Vi si accede da bellissima Passeggiata Anita Garibaldi ricavata dagli scogli sul mare. Le tre ville che vi si trovano sono Gropallo, Villa Serra-Saluzzo e Villa Grimaldi-Fassio. Continuando a camminare per Genova troviamo altre ville incantevoli come Villa Gambaro, Villa Carra offre un particolare affaccio sul mare, e Villa Quartara. Sulle alture di Quinto al Mare troviamo il Parco Urbano di Monte Fasce e Monte Moro, che dà casa all vestigia delle batterie costiere a difesa della città nella Seconda guerra mondiale Nel centro e nel nord della città troviamo numerosi piccoli parchi e giardini storici, come il Parco di Vill Croce, che ospita durante tutto l'anno numerose mostre d'arte contemporanea, Villetta Dinegro, il Parc dell'Acquasola, progettato dall'architetto Nicolò Barabino, i Giardini di

Palazzo Bianco e Palazzo Doria Parco del Castello. A Genova si trovano alcuni tra i più bei Palazzi d'Europa, autentici tesori, spesso ancora dimore privat cercare e scoprire sia nel centro storico di Genova che lungo la Riviera. Per esempio Palazzo San Gio dove risiedeva il Banco di San Giorgio, la più antica banca al mondo. Nei pressi della cattedrale di San Lorenzo sono presenti i resti delle antiche mura seicentesche. Troviamo poi il Parco di Villa Duchessa di Galliera, un parco panoramico meraviglioso, collegato al Pa Brignole-Sale, poi il magnifico Parco di Villa Durazzo-Pallavicini un parco storico conservatosi nel tem che include il Museo di Archeologia Ligure e l’Orto Botanico creato nel 1794 da Clelia Durazzo Pallavi Parco Naturale Regionale del Beigua dove troviamo il più vasto parco regionale della Liguria che si af sul mare, e alcuni dei monti più rappresentativi della città, Monte Pennello, Monte Beigua e Punta Mar Diamante con la mulattiera che porta all'ingresso Il centro storico di Genova è uno tra i più ampi d'Europa. La sua struttura urbanistica, nella parte più a è articolata in un dedalo di piazzette e vicoli. Unisce una dimensione medioevale a successivi interven cinquecenteschi e barocchi (piazza San Matteo e la vecchia via Aurea, oggi via Garibaldi). Nei pressi della cattedrale di San Lorenzo sono presenti i resti delle antiche mura seicentesche. Oltre al FARO, simbolo della città è anche la monumentale fontana di piazza De Ferrari, recentemente restaurata, cuore pulsante della citta'. Meta turistica per eccellenza è anche l'antico borgo marinaro di Boccadasse, con le pittoresche barche mu con la sua elegante passeggiata che costeggia il Lido d'Albaro, rinomato per i suoi famosi gelati. Appena fuori dal centro, si trovano Nervi, naturale porta d'accesso alla Riviera ligure di levante e Pegli, n porta d'accesso alla Riviera ligure di ponente. Da non mancare è l'Acquario di Genova, il più grande d'Italia ed uno dei maggiori in Europa e la relativa (il porticciolo turistico in grado di accogliere centinaia di imbarcazioni da diporto). Tutto questo all'intern ristrutturata Area Expo.

Alto Monferrato:

Caratteristica di questa parte meravigliosa del Piemonte è la ricchezza di bellissimi e variopinti villaggi e Di castelli fortificati incastonati nelle verdi colline. Ssarete immersi in un’epoca lontana ed affascinante: l’epoca medioevale. Una terra collinare e montana, situata tra il Piemonte e la Liguria, che ha raccolto negli anni testimonianze e segni storici presenti e visibili nei comuni che lo compongono. Luoghi di culto, castelli. L’imbarazzo della scelta per chi vuole visitare questi posti. Il santuario di Crea nel comune di Serralunga di Crea (in provincia di Alessandria). Eretto nel XII secolo, è tra i pi frequentati del Piemonte, meta di pellegrinaggi come la casa natale di san Giovanni Bosco, il fondatore dell'ordine d salesiani, a Castelnuovo Don Bosco. Il famoso castello di Camino, non lontano da Casale Monferrato, città che

 

durante il dominio dei Gonz una delle più fortificate d'Europa. I centri, entrambi in provincia di Asti, di Nizza Monferrato, con industrie dolciarie e tessili, e di Moncalv un tradizionale artigianato del ferro battuto Numerosi i punti di accesso all’Alto Monferrato. Quello più centrale è il casello di Ovada sull’autostrada Voltri-Sempione. Caselli autostradali utili sono anche quelli di Novi Ligure, di Alessandria sud e Serravalle Scrivia (Milan Genova). Le principali strade statali che portano all’Alto Monferrato sono: la strada che da Nizza Monferrato sale ad Alice Bel Colle; la strada che da Nizza Monferrato si allaccia alla statale Alessandria-Savona; le strade che da Alessandria si indirizzano verso Acqui Terme, verso Ovada o verso Novi Ligure; le strade che da Genova o Savona salgono verso Acqui Terme o Ovada. Le principali stazioni ferroviarie di accesso sono Alessandria e Novi Ligure.

Carpeneto

Carpeneto è un comune della provincia di Alessandria, nell'Alto Monferrato, in suo centro storico è circondato da numerosi borghi che si snodano fino al confine delle campagne. Comuni confinanti sono Montaldo Bormida, Ovada, Predosa, Rocca Grimalda, Sezzadio, Trisobbio, Acqui Terme. Carpeneto è un borgo medioevale dal nome insolito derivante dai boschi di Carpani. I boschi di Capra

ricoprivano le colline della zona in epoca antica. Si hanno notizie in riguardo sin dall'epoca romana, "C Carpani" sito di importanza strategico militare. La conformazione urbana, dalle caratteristiche chiaramente medioevali, è semplicemente splendida. accoglie il suo di castello visibile sulla sommità della collina e che domina vicoli e piazze del borgo. Gl del borgo sono assolutamente affascinanti. Indimenticabile è la NOTTE MAGICA conosciuta anche co FESTA DELLE STREGHE che ha luogo proprio in questi borghi.

Aqui Terme

Acqui Terme sorge nella zona sud- est dell'alto Monferrato, tra colline dolcemente ondulate. Il fiume B scorre lì accanto. Una delle attrazioni di Acqui Terme è proprio la "Bollente" di Acqui Terme, assolutamente da non per che si trova nel centralissimo Corso Italia. Un'edicola marmorea realizzata nel 1879 dall'architetto Giovanni Cerutti si trova al centro della piazza questa edicola sgorga acqua bollente e curativa: 560 litri al minuto a 74,5 C° di un'acqua sulfureo-sals bromo-iodica. Continuando a camminare troviamo la Chiesa di San Francesco poco distante dalla Bollente. Questa Chiesa era anticamente collegata ad un convento francescano di cui sopravvivono, adiacenti a chiesa, due chiostri quattrocenteschi. La stessa piazza della Chiesa di San Francesco ospita anche due importanti edifici: il Palazzo Comun costruito nel XVII secolo e divenuto sede municipale agli inizi del Novecento e la Casa

Robellini, costr Cinquecento con trasformazioni settecentesche. Nei sotterranei, ha sede l'Enoteca regionale. Molto interessante da visitare è il castello dei Paleologi. Venne ricostruito nel XV secolo dal marchese Monferrato Guglielmo VII Paleologo. Nella città interessante da visitare anche il Museo Archeologico comunale che custodisce numerosi re soprattutto di epoca romana rinvenuti nei dintorni della città. In questo città abbiamo tantissimi resti del periodo romano: per esempio i resti della piscina del calida un impianto termale. Abbiamo i resti dell'acquedotto romano, visibili dal ponte Carlo Alberto sul fiume Bormida. Inoltre, uno stabilimento termale chiamato Antiche Terme, della fine del 1400. L'attuale edificio è stato ricostruito 1687, ampliato nel XIX secolo con l'aggiunta di padiglioni e di un intero piano. Proprio vicino troviamo stabilimento termale Regina. L'altro stabilimento termale risale agli ultimi decenni del secolo XIX ed è denominato Nuove Terme; è margini del centro storico (sponda sinistra della Bormida), in Piazza Italia, dove dal 1º gennaio del 200 trovano la fontana monumentale detta "delle Ninfee" proprio davanti all'entrata del "Grand hotel nuo terme".